Rovigo Comics, Cosplay & Games

studiopazzia

Sono cresciuto nella campagna polesana. Il territorio e la gente che lo abita hanno influenzato i fumetti che disegno.

Negli anni ho collaborato con diverse realtà locali come l’associazione culturale Comic’s Trip, la manifestazione Rovigo Comics e il collettivo La Legione degli artisti.

Nel 2016, a Treviso, ho tenuto un corso di fumetto per ragazzi delle superiori.

Con Ale ho realizzato il fumetto Bar-Man e DamiGianna la ragazza gozzoviglia.

Dal 2017 porto avanti un’autoproduzione dal titolo Bambini.

Attualmente collaboro alla produzione di Racconti del Poeta, un volume di adattamenti a fumetti di una selezione di racconti di Edgar Allan Poe.

Mi firmo studiopazzia. Tutto minuscolo.

studiopazzia non esiste.

I film che a me mi piacciono

Un INKTOBER di studiopazzia

 

Partita da Jake Parker e diffusasi in tutto il mondo, Inktober, è una sfida personale e aperta per ogni disegnatore.

Le regole sono poche e semplici: realizzare ogni giorno, durante tutto il mese di ottobre, un disegno ad inchiostro per poi condividerlo nei social network. Punto.

Sul sito dell’evento (inktober.com), ogni anno, viene deciso un tema e una scaletta giornaliera di soggetti da interpretare secondo il proprio stile.

Essendo io tendenzialmente pigro sono affascinato dalle sfide di resistenza. Trovare ogni giorno il tempo e la costanza per realizzare un disegno non è cosa da poco. Almeno per me.

Essendo, poi, un bastian contrario devo trovare il modo di far le cose di testa mia. Per questo ho deciso di ignorare il tema proposto e sceglierne uno personale. Per l’ottobre del 2020 ho scelto di disegnare: “I film che a me mi piacciono”.

Non è una selezione di capolavori del cinema, anche se alcuni sicuramente lo sono. Non è nemmeno un elenco dei migliori film che io abbia visto. Questo mio Inktober è semplicemente una lista istintiva (ma non esaustiva) di film importanti per me.

I film che ho disegnato si possono dividere in due categorie: i film che mi sono piaciuti quand’ero bambino e che hanno formato il mio immaginario e i film diretti da registi che apprezzo per il loro stile.

Dopo i primi tre o quattro giorni di disegno mi sono accorto che, le scene che stavo rappresentando, ritraevano sempre una coppia. Una volta notata la cosa ho deciso di continuare per tutto il mese. Ogni disegno avrebbe rappresentato due persone (o animali) che interagiscono tra di loro. La loro relazione prende forma dallo sguardo, a volte è reciproco e a volte è assente, ma è in quello sguardo che trova senso la coppia.

In fine, in tutto ciò, c’è sempre un terzo sguardo che non deve essere dimenticato.

Divertiti, se vuoi, a riconoscere i 31 film. A questo link puoi trovare l’elenco dei titoli e (più o meno) un commento:

https://ifilmcheamemipiacciono.blogspot.com/2021/06/piu-o-meno-un-commento.html

 

 

 

Redazione

In questo sito usiamo i cookie

Conferma se vuoi accettare i cookie. Puoi anche non accettare e continuerai la navigazione senza che nessun dato venga inviato a servizi di terze parti. Maggiori informazioni